Disegno - La vendemmia

Disegno 35x25 - lapis, 1970 - La vendemmia

Quasi pagine di un diario per immagini, durante il suo apprendistato Morago appunta numerosi studi ripresi dalla quotidianità e dai luoghi a lui familiari. Ogni aspetto della propria vicenda biografica può oggettivarsi in un veloce e curato schizzo, con cui il frangente temporale e la figura umana vengono fermati in tratti essenziali e sicuri, accompagnati da ombreggiature evocative e, al contempo, strutturali per la figura. Ne nasce una galleria, di cui qui abbiamo 5 ottimi esempi, di uomini e donne intenti alle faccende o ai lavori giornalieri: bambini che giocano, due persone al mercato mentre scrutano la merce esposta, una contadina che vendemmia, il contadino con la falce ed il pescatore mentre provvede alla cura delle sue reti. È, dunque, l’uomo ad occupare il centro tematico delle composizioni quasi che al pittore, nel provarsi dell’esercizio grafico e della capacità della propria mano, intenda l’arte in primis quale strumento per riconoscere ed interpretare il proprio vissuto quotidiano. Una concezione lontana dall’Accademia, alla quale Morago ha sempre preferito il confronto diretto con i capolavori nei musei e con l’esperienza reale del mondo. Tutti i ritratti, infatti, spiccano per un trattenuto dinamismo, da cui emerge un vero e puro afflato naturalistico della vita semplice.

Mauro Fantinato