ULTERIORE TEMPO FINO AL 29 GIUGNO Termine per presentare osservazioni e richieste in materia urbanistica

Prot. n. 3729

IL RESPONSABILE DELL’AREA URBANISTICA

Richiamati gli avvisi al pubblico:
- prot. n. 1116 del 4.2.2020 ADOZIONE VARIANTE N. 7 AL PIANO DEGLI INTERVENTI - L.R. 23 aprile 2004 n. 11, art. 18;
- prot. n. 1138 del 4.2.2020 ADOZIONE VARIANTE DI ADEGUAMENTO DEL P.A.T. ALLE DISPOSIZIONI SUL CONTENIMENTO DEL CONSUMO DI SUOLO - L.R. 6 giugno 2017 n. 14, art. 14;
- prot. n. 1198 del 6.2.2020 INDIVIDUAZIONE DEI MANUFATTI INCONGRUI - L.R. 4 aprile 2019 n. 14, art. 4;

Ricordato che con avviso pubblico del 6.4.2020, prot. n. 2823, veniva prolungato fino al 6 maggio il tempo per presentare osservazioni e richieste riguardanti gli argomenti dei tre avvisi sopra richiamati, ognuno dei quali indicava il termine del 6 aprile;
Visto che in relazione all’emergenza epidemiologica da covd-19, il decreto legge 8.4.2020, n. 23, con l’art. 37 ha prorogato fino al 15 maggio la sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi;
Ritenuto, conseguentemente, di ridefinire i termini per presentare le osservazioni e le richieste in materia urbanistica di cui ai tre rispettivi avvisi sopra richiamati;

RENDE NOTO

- Che fino al prossimo 29 maggio gli atti della variante n. 7 al P.I. e della variante di adeguamento del P.A.T., con le rispettive delibere consiliari di adozione in data 30.12.2019, n. 39 e n. 38, sono depositati a disposizione del pubblico presso la sede del Comune (ufficio urbanistica);
- Che nei seguenti 30 giorni, fino al 29 giugno, chiunque può formulare osservazioni alle varianti adottate, presentandole entro lo stesso termine all'ufficio protocollo del Comune;
- Che fino allo stesso 29 giugno gli aventi titolo possono presentare la richiesta di classificazione dei manufatti incongrui, corredata dalle documentazioni previste dalla legge regionale “Veneto 2050” (nel sito del Comune, in “servizi-modulistica-urbanistica”, è disponibile una bozza tipo della richiesta).

Nei 60 giorni successivi al termine del 29 giugno, il Consiglio Comunale valuterà le osservazioni e le richieste presentate e, con separate delibere di approvazione, deciderà per le corrispondenti varianti dello strumento urbanistico comunale, osservando la procedura dell’art. 18, L.R. 11/2004.

Fontanelle, 8.5.2020.

Il responsabile dell’area urbanistica geom. Roberto Pinese