DPCM e allegato del 26.04.2020

Spostamenti
Sono consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute. Consentiti gli spostamenti per incontrare congiunti purchè venga rispettato il divieto di assembramento. E' fatto divieto trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in una regione diversa rispetto a quella in cui ci si trova, salvo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Attività commerciali al dettaglio
Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità. Restano aperte edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro

Attività di ristorazione
Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione. Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio nonchè la ristorazione con asporto, fermo restando l'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, il divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi

Attività servizi alla persona
Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, estetisti)

Misure per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive, industriali e commerciali
Sull'intero territorio comunale sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali ad eccezione di quelle indicate nell'allegato 3
Le attività produttive sospese possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile
Le imprese le cui attività non sono sospese rispettano i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione (allegati 6 e 7)
La mancata attuazione dei protocolli che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza
Le imprese che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020

Misure di prevenzione
E' fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità

E' fatto obbligo sull'intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonchè i soggetti disabili non compatibili con l'uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti