Riclassificazione di aree edificabili

Vista la legge regionale 16 marzo 2015, n. 4, che all’art. 7 – Varianti verdi per la riclassificazone di aree edificabili – stabilisce le modalità secondo cui gli aventi titolo, che abbiano interesse, possono presentare richiesta per ottenere la riclassificazione di aree edificabili, affinché siano private della potenzialità edificatoria loro riconosciuta dallo strumento urbanistico vigente e siano rese inedificabili;
considerato che la stessa norma regionale prevede che il Comune, entro il 31 gennaio di ogni anno, pubblichi apposito avviso di invito ai titolari della possibilità di legge;
SI AVVISA
che fino al prossimo 31 marzo, gli aventi titolo possono presentare domanda di riclassificazione delle aree edificabili, ai sensi dell’art. 7 L.R. 4/2015 “Modifiche di leggi regionali e disposizioni in materia di governo del territorio e di aree naturali protette regionali”;
che il Comune, ai sensi della stessa norma regionale, entro sessanta giorni dal ricevimento delle domande valuterà le istanze e, qualora ritenga le stesse coerenti con le finalità di contenimento del consumo del suolo, le accoglierà mediante approvazione di apposita variante al piano degli interventi (PI) secondo la procedura di cui all’art. 18 della legge regionale 23.4.2004, n. 11 “Norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio”.
Il presente avviso è pubblicato nell’albo pretorio e ne è data ulteriore diffusione mediante il sito del Comune e manifesti affissi nel territorio comunale.
Nel sito del Comune, in servizi-modulistica-urbanistica, è disponibile una bozza tipo della domanda varianti verdi da presentare al protocollo comunale.